fbpx

Territorio

#StreetOP a Camogli, l’orienteering nei borghi si conferma ancora un successo

La seconda tappa dell’Orienteering nei borghi a Camogli si è rivelato nuovamente un successo.

Realizzato in collaborazione con SmileVil e con il patrocinio del Comune di Camogli, l’attività ha coinvolto più di 80 persone in una bellissima giornata di sport e divertimento.

 

Sabato 26 marzo il borgo marinaro si è trasformato in un percorso articolato tra domande e curiosità nei carruggi affacciati sul mare.

L’orienteering è una disciplina sportiva che consiste nell’effettuare un percorso predefinito caratterizzato da punti di controllo con l’ausilio di una cartina topografica che contiene particolari del luogo da percorrere. Lo Street-O, disciplina dell’orienteering, si svolge nei centri abitati, dove al posto delle lanterne vengono usati dei punti di controllo a cui corrispondono domande alle quali si può rispondere solo se si è giunti nel posto giusto. Da quest’idea, nasce l’iniziativa Orienteering nei borghi, un modo unico e divertente per scoprire i borghi del levante ligure da angoli nuovi, socializzare e interagire con persone del posto o turisti, giocare e conoscere.

Le prime tre squadre vincitrici sono state:

1° Squadrone Carola, 1h3min
2° Roma 3, 1h8min
3° Daniela & Fracesca, 1h9min

Prossimo e ultimo appuntamento con l’Orienteering nei borghi del levante ligure, sabato 2 aprile a Santa Margherita Ligure.

L’Orienteering nei vicoli raccontato da chi lo ha provato

“I vicoli di Genova, l’orienteering e io. Una bella avventura.”

Una città fatta di vicoli e angoli storici, questo è lo sguardo su Genova visto con gli occhi di Joana, una ragazza Portoghese che si è avvicinata all’orienteering con noi.
#streetOP nei vicoli di Genova

 

Niente di meglio che un gioco divertente e un compagno locale per scoprire alcuni di questi luoghi. Con una cartina topografica ed un compasso, un team di due persone, parte il nostro Orienteering. Siamo alla ricerca delle lanterne, ovvero I luoghi da raggiungere entro le due ore a disposizione. Un evento promosso da Outdoor Portofino e Abbey Hostel da cui un team preparatissimo e noi, un po’ meno preparati, iniziamo il percorso con l’obbiettivo di trovare I posti contrassegnati nel più breve tempo possibile, un sano spirito competitivo si percepisce nell’aria.

Il primo obiettivo è la colonna dedicata a Cesare Vacchero, detta colonna infame, la quale è stata eretta per ricordare il tentativo di cospirazione per rovesciare la Repubblica di Genova. Da lì si và a contare gli alberi in piazza Lavagna, a cercare i cognomi sulla targa alla memoria dei caduti alle Vigne o a farsi un selfie in spianata Castelletto.

Il busto del professore Kazuhiko Fukuda è il più arduo da trovare, giriamo in tondo dentro il parco di Villetta Di Negro, a onor del vero insieme a molti altri partecipanti, fino a che la dea bendata non ci aiuta (tutti). Dopo aver camminato per quasi due ore torniamo alla base nonostante gli imprevisti e completiamo la missione con un buon punteggio.

C’è che sta roba qui dell’orienteering è una figata, l’evento ha mobilitato un sacco di gente di ogni età ed estrazione sociale, per appassionati e non (ma lo diventerete)!

Outdoor Portofino al Trofeo Stella Maris di Camogli

Domenica 2 agosto anche Outdoor Portofino ha partecipato alla Stella Maris di Camogli, la famosa festa tradizionale nata per rendere omaggio alla Madonna.

Le canoe di Outdoor Portofino hanno reso assistenza ai nuotatori del Trofeo Stella Maris, la gara di nuoto amatoriale del miglio che dopo qualche annop finalmente è tornata a Camogli registrando un record di iscritti.

Tra i nuotatori, anche un gruppo di appassionati e sportivi dell’OP Swimming Team! Tra questi, i nostri complimenti vanno a Giulia Bertora che si è classificata prima nella categoria femminile degli amatori!

In serata, dopo la nuotata da Punta Chiappa a Camogli, i kayak di Outdoor Portofino hanno sfilato al fianco del Dragun circondati dai lumini posati dagli spettatori: uno spettacolo che riesce sempre a emozionarci!

Per gli amanti del nuoto, ci vediamo il 30 agosto per il 3° Miglio Blu del Golfo del Tigullio, la gara di nuoto tra S. Marghertita L. e Portofino!

La stagione 2015 di OP

Il 2015 ci ha dato molti stimoli e, come tutti i cambiamenti, ha contribuito a farci crescere. Il nostro impegno e la nostra determinazione si sono concretizzate nell’apertura di due nuove sedi.
Niasca, nostra prima casa, rimane il fiore all’occhiello di Outdoor Portofino, nonché quartier generale.

 

Per dare un’offerta più completa e meglio strutturata, annunciamo, inoltre, l’apertura di due ulteriori sedi: la Scuola Vela con base nel porticciolo di Portofino e una sorella minore di Niasca presso Punta Pedale Beach a Santa Margherita Ligure.

Al quinto anno di attività, Outdoor Portofino dimostra la volontà di crescita nel settore del turismo sportivo sostenibile e dell’educazione ambientale. Grazie all’impegno dei giovani soci, la società sportiva ora conta quest’anno, ben tre basi nautiche tra Portofino e Santa Margherita Ligure.

Grande novità è il ripristino della vela tra le proposte sportive. Presso la Ciappella nel porticciolo di Portofino, sede del Circolo Velico Ragazzi di Portofino, Outdoor Portofino apre una Scuola Vela da dove bambini, ragazzi e adulti potranno cimentarsi in lezioni veliche immersi nella natura incontaminata dell’Area Marina Protetta di Portofino. Le offerte sono variegate, dalle settimane di Scuola Vela per bambini dai 6 ai 14 anni, fino a lezioni individuali o di gruppo per adulti dai 15 anni in su.

Una succursale di Niasca apre a Punta Pedale Beach a Santa Margherita Ligure. Qui Outdoor Portofino mette a disposizione dei suoi clienti tutta l’attrezzatura necessaria per trascorrere una giornata al mare alla scoperta del territorio. Kayak, SUP e attrezzatura da snorkeling sono a disposizione per chi vorrà noleggiarle in autonomia, ma anche a tutti coloro che, invece, vorranno concedersi un escursione o un corso insieme alle guide e agli istruttori.

Fiore all’occhiello di Outdoor Portofino è Niasca: la piccola insenatura di sabbia all’interno della baia di Paraggi rimane il quartier generale della società, nonché sede delle attività, come la Scuola Natura, le escursioni e i corsi.

Il 2015 ha rinnovato anche il ventaglio di offerte della società: oltre alle consolidate attività acquatiche – citandone alcune ricordiamo il kayak, il windsurf e il sup – e alla già citata vela, si potranno svolgere anche attività terrestri come il Nordic Walking e l’Orienteering, due discipline che ben si sposano con il territorio del Parco di Portofino.

Outdoor Portofino ancora una volta riesce a manifestare l’entusiasmo di una giovane impresa che investe sul territorio offrendo opportunità e offerte per tutte le età e per tutte le esigenze.

La presentazione a Giglio Bagnara Gallery

Martedì 5 maggio siamo stati ospiti di Giglio Bagnara Gallery per una presentazione delle attività della stagione 2015. Tanti gli ospiti curiosi che ci sono venuti a trovare per scoprire la nostra meravigliosa realtà e scoprire qualcosa in più sull’Area Marina Protetta di Portofino.

 

La nostra presentazione è iniziata con un’introduzione generale sull’Area Marina Protetta, riserva naturale che, essendo la nostra casa, abbiamo a cuore che tutti imparino a conoscerla. Luca Tixi, presidente di Outdoor Portofino, accompagnato da una slide-show di immagini, ha poi illustrato tutte le nostre attività e il nostro impegno nella diffusione delle attività sportive e di educazione ambientale dedicate a grandi e piccini!

Siete curiosi di sapere tutti i dettagli delle nostre attività e magari vorreste farvi una chiacchierata con noi? Contattateci! Saremo felici di rispondere a tutte le vostre domande.

× How can I help you?