fbpx
Patella Kayak Tour Outdoor Portofino

Scienziati e Guide Kayak al servizio dell’Educazione Ambientale

Sabato 28 settembre si è svolta, a Portofino, un’uscita gratuita di educazione ambientale alla ricerca degli esemplari selvatici di Patella ferruginea. L’uscita in kayak è stata guidata dagli istruttori di Outdoor Portofino. A raccontare ai partecipanti gli aspetti ambientali e scientifici Simone Bava, biologo marino e direttore dell’ AMP Isola di Bergeggi, che ci racconta cosi la sua esperienza:

Alle ore 10:00 ci siamo incontrati nella base di Niasca. Scelto insieme l’abbigliamento più idoneo per uscire in mare, ci siamo spostati nella terrazza destinata alla didattica per la lezione sulla sicurezza. Si tratta di un piccolo e squisito anfiteatro in legno che si affaccia sul mare del Tigullio, questa ”aula all’ aperto” è posta sotto una volta creata dalle fronde di antiche querce spinose (o lecci), nell’ insenatura di Niasca (Paraggi).

A seguire il sottoscritto e lo staff hanno illustrato i principali motivi di impatto diretto ed indiretto in mare, la necessità di tutelare alcune specie ed habitat, la storia delle Aree Marine Protette e le finalità e azioni del progetto Relife. Grande enfasi è stata data alle peculiarità sull’ ecologia e biologia del raro mollusco. I 15 partecipanti hanno fatto alcune domande agli specialisti e ci siamo preparati ad uscire in mare dopo aver distribuito i gadget promozionali del Progetto.

8 kayak doppi di tipo sit on top, erano già pronti a prendere il mare sul bagnasciuga. Gli accompagnatori erano a bordo di kayak tipo sit in monoposto (modello Portofino, Exo Kayaks).

La giornata non era delle migliori: il cielo nuvoloso, vento da scirocco e onda lunga da Libeccio. I partecipanti erano tutti sportivi, ed erano già stati a bordo di una canoa. Prima di affacciarci sulla baia del porto, i partecipanti avevano già familiarizzato con le unità navali. In gruppo raccolto si sono diretti dando la prua alle onde in direzione della Baia dell’Olivetta. Lì, godendo del parziale ridosso, sono state fornite alcune informazioni ambientali, sul Progetto Relife e storiche. Ripreso il mare siamo giunti in un punto dove sono monitorati 2 esemplari selvatici di P. ferruginea ma, a causa del mare mosso, non tutti i partecipanti sono riusciti a individuarli. Per gran parte della escursione, siamo stati accompagnati da un esemplare di airone cinerino che si spostava sulla falesia, facendo dei voli radenti sulle teste dei partecipanti.

Pur non essendo potuti sbarcare sulla scogliera il fatto di aver navigato a bordo di gusci di noce lunghi pochi metri come i kayak ha consentito ai partecipanti di immaginare come possa essere la vita di un animale marino. La Patella, escluso il periodo larvale planctonico, vive adesa a alla scogliera emersa. Solo grazie alle mareggiate, riesce a svolgere le funzioni minime respiratorie, alimentari e riproduttive.

Giunti nella burrascosa zona di Punta di Portofino dove la corrente del Golfo del Tigullio si scontra con quella del Promontorio abbiamo virato per rientrare alla base di Niasca.

Attività organizzata da Area Marina Protetta Portofino, Università degli Studi di Genova, Parco Nazionale delle Cinque Terre, Area Marina Protetta Bergeggi e Costa Edutainment nell’ ambito del Progetto Life ReLife (cofinanziato dall’ Unione Europea).

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *