fbpx
Spiagge Portofino

Spiagge Portofino, tre perle incastonate tra il blu intenso del mar Ligure e il verde lussureggiante del Parco di Portofino: Niasca, Baia Cannone e Olivetta. Le spiagge di Portofino sono piattaforme di lancio verso un viaggio strepitoso, l’esplorazione dell’ Area Marina Protetta di Portofino. La Biodiversità qui regna sovrana, il panorama lascia bocca aperta anche il più scafato degli esploratori… venghino signori venghino! Il viaggio sta per cominciare.

Percorriamo il lato Est del Promontorio di Portofino (tra Santa Margherita Ligure e Portofino) da Nord a Sud. Ecco a voi le 3 piccolissime, ma deliziose spiagge di Portofino (tutte e tre libere):

1. Spiagge Portofino: Niasca

All’interno della Baia di Paraggi (clicca qui per approfondire), di fronte al famoso Castello  medievale, si trova la spiaggia di Niasca. Una lingua di sabbia ben riparata dalle onde. Grazie alla particolare esposizione la vegetazione scende fino a quasi sfiorare le acque. Dalla spiaggia parte una scogliera rivolta a Nord che ospita migliaia di specie animali e vegetali creando uno degli habitat più interessanti dell’ Area Marina Protetta di Portofino. Al centro della Baia una rigogliosa prateria di Posidonia ospita pesci di ogni tipo!

Spiagge Portofino

La Spiaggia di Niasca

Accesso alla Spiaggia di Niasca:

Si accede tramite una scaletta direttamente dalla strada che collega Santa Margherita (e Paraggi) a Portofino. Circa 300 m dopo l’abitato di Paraggi (andando verso Portofino) la strada si stringe e curva verso sinistra nei pressi di una Villa. Sotto c’è la spiaggia e pochi metri dopo un parcheggio per i motorini (e le bici) e una fermata dell’ autobus (bus n°82 – tratta Santa Portofino). Da qui parte la scaletta per scendere al mare.

In fondo all’articolo tutte le info e i nostri consigli su come raggiungere la zona.

Special Niasca, la patria dell’Outdoor! Ecco cosa fare:

A Niasca vive una parte del mio cuore. Qui c’è la nostra sede nautica, qui è iniziato il nostro progetto nel 2012. Dalla spiaggia si può partire con maschera, pinne e boccaglio per una delle più entusiasmanti esplorazioni sottomarine. Si può pagaiare (a bordo di un Kayak o un Sup) in direzione Faro o addirittura San Fruttuoso. Si può imparare (sia i grandi che i piccini). Ci si può godere un buon bicchiere di vino al tramonto dopo un giro in canoa. Si può nuotare in sicurezza (l’intera baia di Paraggi è delimitata da una catenaria, qui le barche non possono entrare.

2. Spiagge Portofino: Baia Cannone

Una spiaggia di ciottoli, un grande e suggestivo masso di Conglomerato (o Puddinga) dalla cui cima svetta un pino marittimo, mare pulito e una vista strepitosa sul Castello di Portofino, questa è la spiaggia del Cannone.

Baia Cannone

Arrivare a Baia Cannone facendo coasteering è un emozione unica!

Accesso alla Spiaggia di Baia Cannone:

Passata Niasca si prosegue sulla strada verso Portofino. Raggiunto il Piccolo Hotel (ben visibile dalla strada, lato monte) la strada curva a sinistra. Subito dopo sulle sinistra c’è un piccolo cartello e una scaletta di ferro che scende al mare.

3. Spiagge Portofino: Olivetta

E’ tristemente nota perché nelle sue acque, nel dicembre 1944, i soldati tedeschi massacrarono 21 partigiani e un civile, probabilmente per una rappresaglia. Per questo motivo la famosa Piazzetta di Portofino in realtà si chiama “Piazza Martiri dell’Olivetta”. Sul lato sinistro della baia si può ancora notare la targa commemorativa con i nomi dei caduti.

Fortunatamente è nota anche per i suoi meravigliosi fondali. Non è una spiaggia su cui sostare, prendere il sole o giocare a racchettoni. Le minuscole spiagge di Niasca e Baia Cannone al confronto sono enormi distese! Tuttavia è il miglior punto di partenza per un esplorazione sottomarina in direzione Faro o una valida sosta durante un trekking o una pagaiata verso la Zona B dell’Area Marina Protetta.

Faro Portofino

Il sentiero che collega Portofino con il Faro e la spiaggia dell Olivetta

Accesso alla Spiaggia dell’Olivetta:

L’Olivetta è accessibile solo a piedi o via mare.

  • a piedi tramite il sentiero che collega la Chiesa di San Giorgio (Portofino) al Faro
  • via mare noleggiando presso la nostra sede un Kayak o Sup (Stand Up Paddle Board) o partecipando a uno dei nostri tour

Spiagge Portofino: come raggiungerle

In bici

La bicicletta è senza dubbio il mezzo migliore! L’ideale è raggiungere Santa Margherita Ligure in treno (si, si può caricare la bici sul treno, scopri qui come) e poi godersi una deliziosa pedalata panoramica e in piano di 4 km fino a Niasca ( o Portofino). Non hai la bici? No problem: la puoi affittare presso il nostro HUB!

Spiaggia di Niasca

La spiaggia di Niasca da un altro angolo

A piedi

Da Santa Margherita (una piacevole passeggiata) o un trekking lungo i sentieri del Monte di Portofino da Nozarego, Portofino Vetta o, per i più temerari, da Camogli.

In macchina

Sconsiglio di usare l’auto come mezzo per aggiungere questa zona, ma se proprio uno non può farne a meno ecco come fare.

Per chi arriva in macchina è possibile parcheggiare in strada (prima di Paraggi) e proseguire a piedi lungo la bella passerella panoramica (in piano, a sbalzo sul mare) oppure presso il parking (a pagamento) di Paraggi, a 300 m da Niasca.  A Portofino c’è un altro parcheggio a pagamento (più comodo per chi vuole raggiungere Baia Cannone o l’Olivetta).

Queste indicazioni sono valide anche per raggiungere Portofino. Niasca e la spiaggia di Paraggi distano tra loro circa 200 m e meno di 1 km da Portofino.

In battello

Dai principali paese del Golfo del Tigullio e del Golfo Paradiso e da Genova c’è un collegamento via mare con Portofino. Le principali compagnie sono:

Consigli per una fruizione sostenibile e rispettosa

Ora hai tutte le informazioni per godere di questa infinita bellezza, ma ricorda: questo patrimonio va rispettato e tutelato. Ecco alcuni semplici consigli:

  • NON lasciare mai rifiuti in natura, se trovi rifiuti raccoglili
  • NON toccare ne interferire con la fauna e la flora (meduse incluse!)
  • NON portare via sabbia, sassi o conchiglie
  • IMPARA, chiedi! La conoscenza dell’ambiente è fondamentale per una fruizione sicura e consapevole
  • Fai ATTENZIONE: il mare è un ambiente potenzialmente pericoloso, non sottostimarlo

Per qualunque domanda o consiglio lascia un commento qui sotto.

PS: non limitarti a vivere le spiagge e il mare solo d’estate! Questo paradiso è sempre li.. 12 mesi l’anno, pronto ad accoglierti a braccia aperte!!!

Autore: Luca Tixi, sea & outdoor coach// professional kayaker// Biologo Marino // Presidente di Outdoor Portofino

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per proteggere la salute di ciascuno, abbiamo aggiornato le misure di sicurezza per prevenire e contrastare la diffusione del coronavirus. Maggiori informazioni

We have implemented new safety policies to help ensure guest and staff health. Learn more

INFO
X