fbpx

Cosa fare a Portofino? Cosa vedere a Portofino?

In questo articolo rispondiamo alle due domande che spesso ci chiede chi ha intenzione di organizzare qui una vacanza o ha bisogno di qualche consiglio. Ecco i miei suggerimenti personali: cosa farei io se avessi a disposizione alcuni giorni di vacanza in Liguria.

La guida ai 10 posti che vanno assolutamente visitati (e consigli su come visitarli) per un’esperienza da vero local.

Portofino: dove si trova?

Prima di parlare di cosa vedere a Portofino e dei miei 10 posti preferiti, faccio una premessa fondamentale. Per me Portofino è un territorio.  Il Parco di Portofino,  l’ Area Marina Protetta. Un insieme armonioso e perfetto di natura, storia, cultura, tradizioni, gastronomia e paesaggi mozzafiato. Quindi, quando dico Portofino non intendo solamente lo splendido Borgo, ma un intero promontorio. Ne fanno parte anche Santa Margherita Ligure, Camogli e San Fruttuoso a creare un mix di mare, borghi e natura incontaminata.

Detto questo: Portofino dove si trova?

  • Portofino è in Liguria nella Riviera di Levante, all’estremità ovest del Golfo del Tigullio
  • Portofino mare, quale? Mar mediterraneo – Tirreno – Mar Ligure, all’interno del Santuario dei Cetacei
  • si trova circa 30 km ad Est di Genova e circa 60 km ad Ovest delle Cinque Terre
  • Il Parco ha una superficie terrestre di 18 km², mentre la fascia costiera di 13 km².

mappa Liguria Portofino Cinque terre GenovaPortofino, e il parcheggio? La bicicletta è il miglior mezzo di trasporto!

Il mio consiglio una volta raggiunta la destinazione (preferibilmente in treno) è quello di utilizzare la bici per gli spostamenti. La bicicletta ti permette di avere massima libertà, senza problemi di traffico o parcheggio. Inoltre è accessibile a tutti: con un e bike chiunque può affrontare le salite senza fare fatica.

In Liguria la Bici elettrica è la miglior soluzione per spostarsi con libertà massima e godendosi vista, profumi e un po di sport!

Cosa vedere a Portofino ( e cosa fare a Portofino):

Ecco la lista dei 10 luoghi che non puoi non visitare durante una vacanza nel Promontorio di Portofino e il mio suggerimento sul come visitarli (fuori dai classici circuiti turistici, con un avventura e spirito outdoor)!

Mappa Portofino Santa Margherita LigureCosa vedere a Portofino – 1: Portofino borgo

Una piccola insenatura sul mare, ridossata tra il verde della macchia mediterranea e l’acqua cristallina dove ritrovare un autentico contatto con la natura.

Il pittoresco borgo di Portofino è un piccolo gioiello incastonato nel verde del parco regionale a cui dà il nome. Situato nel capo orientale del promontorio, Portofino è luogo di grande interesse turistico con le sue alte e colorate case affacciate a semicerchio sulla piazza e sul porticciolo e protetta da colline ricoperte di ulivi. Tutto il perimetro del parco è caratterizzato da selvagge scogliere, piccole insenature, grotte e solitarie spiaggette, in gran parte raggiungibili solo dal mare.

Partendo dalla premessa che considero Portofino un territorio, il borgo di Portofino ne rappresenta comunque il cuore. Patrimonio dell’ Unesco, una delle prime località turistiche in italia, simbolo di bellezza e eleganza in tutto il mondo.

Portofino mare

Portofino come piace a me:

in kayak! Partendo da Paraggi (Niasca). Una breve pagaiata alla portata di tutti che offre una prospettiva intima, suggestiva e insolita.

Portofino è collegata a Santa Margherita da una strada provinciale (crollata nel 2018 in seguito a una violenta mareggiata ed immediatamente ricostruita, ne parliamo qui). Secondo me il modo migliore per raggiungere la zona è prendere il treno (fino a Santa Margherita) e proseguire in battello o in bici.

Ecco alcune info su Come arrivare a Portofino:

Come arrivare a Portofino in treno
Le stazione di Santa Margherita Ligure/Portofino è raggiungibile da Milano (2 ore e mezza), da Genova, (45 minuti), da Pisa (2 ore). È possibile poi proseguire a piedi, in autobus, in battello o in taxi.
Come arrivare a Portofino in auto
Autostrada A 12 (Genova – Rosignano) uscita Rapallo (se si arriva da W) o Recco (se si arriva da E). Come arrivare a Portofino in autobus Con la linea n. 82 dalla stazione di S. Margherita Ligure o Rapallo.
Come arrivare a Portofino a piedi
Da Santa Margherita Ligure: ca. 30-40 min.Da Camogli, attraverso i sentieri del Parco di Portofino.
Come arrivare a Portofino in bici
Puoi facilmente noleggiare biciclette – normali ed elettriche – a Santa Margherita Ligure. Il noleggio delle bici – e altra attrezzatura – è su prenotazione, scopri subito come fare!
Come arrivare a Portofino in battello
Sono due le linee di battellieri che servono il promontorio di Portofino. Da Santa Margherita Ligure si raggiunge Portofino con il Consorzio Marittimo del Tigullio. Da Genova, Recco o Camogli, invece, il servizio battellieri Golfo Paradiso, abbraccia la tratta fino a San Fruttuoso, da dove poi è possibile prendere i traghetti del Consorzio Marittimo del Tigullio fino a Portofino.

Cosa vedere a Portofino – 2: Il Faro di Portofino

Attivo dal 1910, a un altezza dal mare di 40 m e una portata di 16 miglia nautiche, il Faro di Portofino rappresenta ancora una fondamentale guida per i naviganti. Posto sulla Punta omonima che rappresenta il confine tra il Golfo del Tigullio e la zona meridionale del Promontorio di Portofino è luogo di avvistamenti di cetacei tra cui delfini e occasionalmente balene.

Inutile dire che da qui la vista è mozzafiato!

Faro PortofinoIl Faro di Portofino come piace a me:

al tramonto. Arrivando in Sup (stand Up Paddle Board) all’Olivetta (una delle poche spiagge di Portofino), facendo il breve trekking (10 min) che porta al Faro e sorseggiando un bicchiere di vino  (al Bistrot del Faro) contemplando il mare alla ricerca di qualche pinna!

Cosa vedere a Portofino – 3: Le spiagge di Portofino (e non): Niasca, Paraggi e Baia Cannone

La Baia di Paraggi è considerata una delle 10 spiagge più belle della Liguria ed è costituita da due spiagge:

  • Paraggi, quasi totalmente occupata da stabilimenti balneari  adatta a chi ama i comfort, servizi ed eleganza.
  • Niasca: spiaggia libera, adatta a chi ama fare attività Outdoor!! (qui si trova la nostra sede nautica)

Tutta la baia è interdetta alla navigazione. Un luogo sicuro dove nuotare, fare snorkeling o semplicemente farsi un bagno.

Poche centinaia di metri oltre, poco prima di entrare nella Baia di Portofino, si trova la piccola spiaggia libera di Baia Cannone.

La spiaggia di Niasca - Paraggi

La spiaggia di Niasca – Paraggi

Il mare (di Niasca) come piace a me: 

con maschera, pinne e boccaglio. Alla scoperta dell’enorme biodiversità di fauna e flora marina. Anche grazie all’istituzione dell’ Area Marina Protetta di Portofino vi sembrerà di nuotare in un acquario naturale. Oppure per una session di SUP Yoga all’alba!

Cosa vedere a Portofino – 4: San Sebastiano e i sentieri del Monte di Portofino

Ci spostiamo un po più in alto, nel cuore del Parco di Portofino. San Sebastiano è un gioiello incastonato nella natura. Un piccolissimo borgo Ligure fuori dalle rotte turistiche, accessibile solo a piedi o in bici. Spettacolare la microscopica chiesetta e il suo risseau in stile marinaro (tipica pavimentazione Ligure di pietra).

Luogo bucolico, circondato da ulivi secolari, da qui è possibile godere di una vista mozzafiato, dall’alto, su Portofino.

San Sebastiano come piace a me:

arrivandoci in Mountain Bike (elettrica, e- mtb) partendo da Santa Margherita Ligure. Si prende la strada per Portofino, poco prima di arrivare nel borgo si prende la deviazione per l’Hotel Splendido e da li parte una mulattiera in salita (bella ripida) che porta a San Sebastiano. Per completare l’anello (richiede un minimo di abilità nel condurre una mtb) è possibile proseguire verso il Mulino del Gassetta – Gave – Nozarego – Santa Margherita Ligure. Qui altre idee di itinerari in bike e mtb in Liguria.

Chiesetta San SebastianoIl trekking sul “Monte” come piace a me:

Il trekking nei sentieri del Parco di Portofino è un highlight. Panoramici, ben segnalati, ricchi di flora, fauna e aspetti geologici, merita percorrerli e pianificare una gita più o meno lunga. La cosiddetta Outdoor Adventure è la mia attività preferita: mette insieme trekking, riconoscimento piante, Orientamento e Survival per un avventura divertente e appagante.

In alternativa adoro fare quello che chiamo “trekking mangereccio”: un  trekking che tocca i due punti di ristoro del Parco (Mulino del Gassetta e Agririfugio Molini, raggiungibili solo a piedi) per un accoppiata pranzo + merenda (o aperitivo) e una cucina Ligure genuina.

Cosa vedere a Portofino – 5: Santa Margherita Ligure e Villa Durazzo

Situata nella parte interna dello splendido Golfo del Tigullio e circondata dal verde del monte di Portofino, Santa Margherita Ligure è il luogo ideale dove fare base per svolgere attività outdoor tutto l’anno.

Conosciuta storicamente come borgo di pescatori, Santa Margherita è stata trasformata dal turismo in ricercata località di villeggiatura. Conosciuta oggi come la “Perla del Tigullio”, Santa Margherita vede un’armoniosa integrazione del paesaggio urbano e del porticciolo turistico con la natura.

Il clima mite di questo luogo, la facile accessibilità al mare e ai sentieri del parco, rende questa località luogo ideale da dove partire per numerose attività outdoor.

Villa Durazzo è un tesoro tutto da scoprire. Un Parco giardino all’ Italiana, una villa seicentesca immersa in una natura armoniosa e la più bella vista su Santa. C’è bisogno di aggiungere altro??

Santa Margherita

Santa Margherita vista dall’alto

Villa Durazzo come piace a me:

In bici! Ne parliamo qui…

Cosa vedere a Portofino – 6: Cinque Terre

Monterosso, Vernazza, Corniglia, Manarola, Riomaggiore: cinque gioielli incastonati tra mare e monti che lasciano senza fiato per la loro bellezza.

Paesini con torri e carruggi, macchia mediterranea, agavi, spettacolari stratificazioni della roccia calcarea, grotte ed acque turchesi. Le Cinque Terre, insieme alle isole Palmaria, Tino e Tinetto, sono un sito Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco, Parco Nazionale e Area Marina Protetta.

Consiglio: andateci in treno (o in battello)!

Le Cinque Terre come piacciono a me:

Via mare: in kayak o in Sup. Perché? Ti togli dalla calca turistica, vedi luoghi che altrimenti non vedresti mai e … vuoi mettere il fascino di sbarcare a Vernazza dopo una bella pagaiata e gustarti, senza sentirti minimamente in colpa, un bel gelato?

Ps: si può fare anche d’inverno, ne parliamo qui.

Cinque Terre Vernazza

Vernazza – Cinque Terre

Cosa vedere a Portofino – 7: San Fruttuoso di Camogli

Il minuscolo borgo di San Fruttuoso – dominato dalla Chiesa, dall’Abbazia e dalla Torre – è situato nel cuore del Parco di Portofino.

Raggiungibile solo a piedi o via mare, questo luogo conserva un fascino intenso grazie al grande valore naturalistico in cui i pochissimi edifici sono stati inseriti. La piccola spiaggia, le rocce che delimitano l’insenatura, la vegetazione mediterranea che risale ripida sulla collina, i colori blu intensi del mare e la quasi totale assenza di rumori, rendono San Fruttuoso un luogo mistico e rigenerante.

Cosa devi assolutamente vedere a San Fruttuoso:

  • Il Cristo degli Abissi: statua bronzea sommersa, nel lato SE della baia di San Fruttuoso, a circa 15 m di profondità.
  • Abazia di San Fruttuoso di Capodimonte: costruita nel X secolo..
  • Torre Doria: eretta nel 1562, eretta per difendere il borgo e la sua preziosissima fonte d’acqua dai Pirati

Come arrivare a San Fruttuoso:

è possible raggiungere San Fruttuoso principalmente in due modi: a piedi o via mare.

Come arrivare a San Fruttuoso a piedi:

  1. da Portofino Vetta: 1 h 30″ circa, quasi tutta in discesa. Lasciate la macchina al parcheggio del Kulm.
  2. da Camogli:  4 h ca (sentiero molto impegnativo) passando da San Rocco – Batterie – Passo del Bacio – Cala dell’Oro
  3. da Santa Margherita Ligure: 3 h circa passando da Nozarego – Prato – Base 0

San Fruttuoso come piace a me:

Arrivandoci a piedi da San Rocco, occhio è un sentiero molto impegnativo. Oppure in Kayak o in SUP  (Paddle board) da Niasca (per poi fare un tuffo con la maschera al Cristo degli Abissi). Possibilmente facendo in modo di arrivare quando l’ultimo battello è partito e il borgo riprede la sua autenticità.

Snorkeling al Cristo degli Abissi - San Fruttuoso

Snorkeling al Cristo degli Abissi – San Fruttuoso

Cosa vedere a Portofino – 8: San Rocco di Camogli

Un paesino arroccato a picco sul mare. Una vista incredibile su tutta la Liguria fino alla Francia e le Alpi Marittime. Uno degli accessi principali ai sentieri del Monte di Portofino e a Punta Chiappa. Ecco a voi San Rocco, la patria della galletta del marinaio (ingrediente base della capponadda Ligure).

Ci si arriva facendo una piccola deviazione da Ruta, sulla strada che collega Recco e Camogli con Santa Margherita e Rapallo, svoltando a destra appena prima della galleria (andando da Ovest a Est).

San Rocco come piace a me:

Arrivandoci in bici al tramonto per godersi uno degli aperitivi più panoramici del mediterraneo (Bar Muagetti, 200 m oltre San Rocco sul sentiero verso Punta Chiappa).

Cosa vedere a Portofino – 9: Punta Chiappa

Rappresenta il confine tra il Golfo Paradiso e il lato Sud dell’Area Marina Protetta di Portofino. Il suo microscopico porticciolo, Porto Pidocchio, è l’unico scalo per i battelli e punto di approdo per chi vuole raggiungerla via mare (altrimenti è accessibile solo a piedi da San Rocco).

Poche centinaia di metri al largo, da Aprile a Settembre, c’è la famosa Tonnarella di Camogli. Antichissimo metodo di pesca ancora in uso.

Punta Chiappa come piace a me:

Se voglio veramente godermi un tuffo nell’acqua blu..vado a Punta Chiappa. Questo è in assoluto il mio posto preferito per fare il bagno o una nuotata. Qui l’aqua è sempre pulita e la quantità di pesci sott’acqua non delude mai!

Cosa vedere a Portofino – 10: Camogli

Villaggio di marinai e pescatori con case color pastello, Camogli è tra i borghi marinari più famosi e meglio conservati d’Italia.

Situata sulla costa orientale del Golfo Paradiso, anche il comune di Camogli fa parte, insieme a Portofino e Santa Margherita Ligure, del Parco Regionale di Portofino. Caratteristica del paese sono i tradizionali risseu in bianco e nero, tipico mosaico fatto degli stessi ciottoli che si possono ritrovare anche nell’ampia spiaggia.

Camogli come piace a me:

arrivandoci con una e-bike da Santa Margherita! Ne parliamo qui.

Camogli

Abbiamo parlato di cosa vedere a Portofino e vi ho dato i miei suggerimenti su cosa fare a Portofino, ma quando? Qual’è la stagione migliore per visitare la Liguria? Ecco alcune informazioni utili sul clima.

Portofino Meteo

In Liguria il clima è mediterraneo: inverni miti, estati non particolarmente afose, piogge spesso concentrate nei mesi di Novembre e Dicembre.

Tutte le stagioni sono perfette per pianificare una vacanza in questa zona, a seconda del periodo alcune attività sono più idonee rispetto ad altre.

Cosa fare a Portofino d’Estate

E’ la stagione ideale per il turismo balneare, lo snorkeling e il nuoto in mare. Spesso fa troppo caldo per praticare trekking o attività terrestri.

Snorkeling Portofino

Snorkeling a Niasca

Cosa fare a Portofino in Autunno

Settembre è il mio mese preferito, ma in generale questa stagione è magica. Perfetta per andare per mare con Kayak e Sup (Stand Up Paddle Board), poche barche, acqua ancora calda e temperatura dell’aria ideale. Ottima anche per fare Bike e attività sul Monte di Portofino.

Cosa fare a Portofino d’Inverno

Pochissima gente, la natura è tutta per noi. Basta equipaggiarsi in maniera adeguata e si può praticare tranquillamente qualunque attività Outdoor. Marzo, quando le giornate si sono già allungate garantendo parecchio ore di luce, è il mese perfetto!

Cosa fare a Portofino in Primavera

Le fioriture, l’esplosione della natura, il canto allegro degli animali. La primavera è un invito a stare fuori e praticare quante più attività Outdoor possibili. E’ la mia stagione preferita per trascorrere del tempo nel Parco di Portofino, facendo trekking, orienteering, survival o pedalando in giro.

Trekking Survival e Orienteering nel Parco di Portofino

Trekking, Survival e Orienteering nel Parco di Portofino

Spero che questa mia personalissima mini guida su cosa vedere a Portofino vi sia utile!

Se avete domande o suggerimenti scrivete un commento e sarò felice di rispondere.

Autore: Luca, sea & outdoor coach// professional kayaker// Biologo Marino // Presidente di Outdoor Portofino

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per proteggere la salute di ciascuno, abbiamo aggiornato le misure di sicurezza per prevenire e contrastare la diffusione del coronavirus. Maggiori informazioni

We have implemented new safety policies to help ensure guest and staff health. Learn more

INFO
X